Luca Casto

Luca Casto foto_2Luca Casto nasce ad Aosta il 6 marzo 1980.
Frequenta con profitto le scuole elementari, medie e il liceo scientifico presso il Real Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, dove vive con i genitori. Successivamente si iscrive alla Facoltà di Economia e Commercio di Torino dove supera brillantemente tutti gli esami.
Oltre a dedicarsi agli studi, Luca inizia fin da ragazzino ad interessarsi all’attività di famiglia e, con il papà Paolo, intraprende un percorso formativo che lo porterà, ancora molto giovane, ad affermarsi nel mondo imprenditoriale per le sue spiccate doti manageriali, tanto che nel 2008, a soli 28 anni, viene chiamato a ricoprire la carica di presidente dell’Associazione Nazionale dei Produttori di Trippa, settore industriale in cui opera l’attività di famiglia.
E’ lui inoltre l’ideatore della manifestazione de La Trippa in piazza che si svolge a Moncalieri, ogni autunno, richiamando migliaia di persone e appassionati della gastronomia tradizionale e dei valori di convivialità e di famiglia che vi sono intorno a questo prodotto, di cui Luca ne va fiero e ne promuove la valorizzazione sia a livello nazionale che internazionale.
Luca è conosciuto per la sua serietà e professionalità, nonché per la sua straordinaria ed innata capacità a relazionarsi con tutti. Ottiene in breve la fiducia di coloro che operano con lui sia per ragioni di lavoro, nell’attività commerciale, sia umanamente.
Seppur molto giovane nel 2011 si appresta a prendere le redini dell’azienda e sostituire il padre Paolo, fondatore de La Tripa ‘d Muncalè, ben felice di lasciare nelle mani e nelle capacità di Luca tutto il suo passato.
Prospettando un futuro pieno di soddisfazioni, già amato e benvoluto da tutti, Luca purtroppo perde la vita in un tragico incidente in autostrada il 24 febbraio 2011.
Da allora rimane un vuoto ed un dolore incolmabile per la famiglia e per coloro che l’hanno conosciuto, stimato ed apprezzato.
Nel suo nome, il padre Paolo, insieme alle persone più vicine, fonda l’Associazione Luca Casto che, nella sua memoria, intende realizzare concrete azioni di beneficenza, rispettando i valori della vita, della famiglia e della solidarietà.